Escursionismo

Escursionismo

CHI SIAMO E COSA FACCIAMO

La Commissione Sezionale Escursionismo propone ai soci e simpatizzanti un escursionismo fatto di iniziative, attività ed escursioni articolate e diverse per impegno, tecnica e contenuto culturale. Il programma proposto è frutto dell’esperienza comune di un collettivo, che opera con spirito di gruppo, entusiasmo.

NORME DI PARTECIPAZIONE ALLE ESCURSIONI

• II ritrovo per la partenza è stabilito, salvo diversa comunicazione, al parcheggi di "Collevario" di Macerata (nei pressi delle PP.TT.) nell’ora stabilita e con qualsiasi condizione atmosferica.
• L’avvicinamento al luogo di partenza delle escursioni si effettua con mezzi propri, salvo diversa programmazione.
• Le prenotazioni alle escursioni debbono essere fatte entro il Venerdì precedente chiamando ai numeri telefonici della sezione. Il direttore di gira fornirà eventuali delucidazioni. Per i soli soci le prenotazioni potranno essere fatte entro le ore 14:00 del Sabato.
• I soggiorni estivi e le gite sociali di più giorni, per ragioni organizzative, seguono regole differenti di prenotazione stabilite di volta in volta.
• La partecipazione alle escursioni è di norma riservata ai soci. A scopo promozionale possono partecipare anche non soci con copertura assicurativa infortuni a carico degli stessi.
• L'eventuale quota di iscrizione comprendete la copertura assicurativa va versata preferibilmente in sede all'atto della prenotazione.
• Nelle escursioni previste dal programma è operante per i soci la copertura assicurativa per gli infortuni e per la responsabilità civile verso terzi in attività sociale e per le spese inerenti il Soccorso Alpino. Per i non soci viene attivata la copertura assicurativa per gli infortuni; a richiesta del non socio può essere attivata, sempre con spesa a suo carico, la polizza Soccorso Alpino. Per maggiori informazioni sulle coperture assicurative consultare il sito oppure chiedere alla segreteria della sezione.
• In ogni escursione, il direttore ha la competenza e la responsabilità tecnica per la conduzione della gita.
• Al fine della buona riuscita della gita ed in conformità ai principi dell’etica della montagna, ogni partecipante deve attenersi alle disposizioni del Direttore, essere solidale con lui e con gli altri escursionisti.
• Il Direttore, dopo aver consultato il proprio collaboratore ed i partecipanti, ha facoltà di modificare il programma della giornata.
• Il Direttore si riserva di escludere dall’escursione tutti coloro che non siano in possesso delle dovute capacità tecniche o dell’adeguato equipaggiamento, indispensabili per affrontare l’itinerario programmato.
• Ogni partecipante alla gita esonera il C.A.I., il Direttore, il Capo Gita ed i loro collaboratori da ogni responsabilità per infortuni che avessero a verificarsi durante l’escursione e nel corso di trasferimenti con mezzi privati.

COSA SERVE PER AFFRONTARE UN’ESCURSIONE IN SICUREZZA

• Gli scarponi: devono essere alti alla caviglia, comodi, con suole in gomma ben scolpita (tipo Vibram), robusti, traspiranti e impermeabili (ottimo il Gore-tex).
• Lo zaino: per escursioni di una giornata è tubolare, con tasche e fibbie esterne e ha una capacità fino a 40 litri; per trekking impegnativi può essere necessario anche uno zaino di oltre 60 litri. Imateriali più usati sono il nylon e la cordura.
• La bussola, l’altimetro, la carta topografica, la lampada frontale, la borraccia (o thermos), un coltellino, un accendino, un fischietto (per segnali acustici di soccorso).
• Bastoncini telescopici per scaricare il peso nelle salite e discese più ripide.
• Le ghette (specialmente per escursioni invernali).
• Una piccola farmacia personale (con disinfettanti, garze, bende, cerotti, analgesici, antipiretici, pomate per punture di insetti, strappi, contusioni e distorsioni).
• Gli occhiali e la crema da sole, i guanti e un berretto.
• Capi di vestiario leggeri, indossati secondo il criterio della "cipolla" (a strati sovrapposti). Essi devono trasmettere all’esterno il sudore, isolare dal caldo e dal freddo, proteggere dal vento e dalla pioggia. La giacca a vento ideale è in Gore-tex (tessuto impermeabile e traspirante).
• Utile contro la pioggia (ma non sostitutiva della giacca a vento) è la mantellina (che protegge anche lo zaino e lascia libertà di movimento).

DEFINIZIONI E CLASSIFICAZIONI DIFFICOLTÀ ESCURSIONISTICHE

T - Turistico
Itinerari su stradine, mulattiere o comodi sentieri, con percorsi ben evidenti e che non pongono incertezze o problemi di orientamento. Si svolgono in genere sotto i 2000 m e costituiscono di solito l’accesso ad alpeggi o rifugi. Richiedono una certa conoscenza dell’ambiente montano e una preparazione fisica alla camminata.

E - Escursionistico
Itinerari che si svolgono quasi sempre su sentieri, oppure su tracce di passaggio in terreno vario (pascoli, detriti, pietraie), di solito con segnalazioni; possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua, quando, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppano a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Possono svolgersi su pendii ripidi; i tratti esposti sono in genere protetti (barriere) o assicurati (cavi). Possono avere singoli passaggi su roccia, non esposti, o tratti brevi e non faticosi né impegnativi grazie ad attrezzature (scalette, pioli, cavi) che però non necessitano l’uso di equipaggiamento specifico (imbragatura, moschettoni, ecc.). Richiedono un certo senso di orientamento, come pure una certa esperienza e conoscenza del territorio montagnoso, allenamento alla camminata, oltre a calzature ed equipaggiamento adeguato

EE - per Escursionisti Esperti
Itinerari generalmente segnalati ma che implicano una capacità di muoversi su terreni particolari. Sentieri o tracce su terreno impervio e infido (pendii ripidi e/o scivolosi di erba, o misti di rocce ed erba, o di roccia e detriti).Terreno vario, a quote relativamente elevate (pietraie, brevi nevai non ripidi, pendii aperti senza punti di riferimento, ecc.). Tratti rocciosi, con lievi difficoltà tecniche (percorsi attrezzati, vie ferrate fra quelle di minor impegno). Rimangono invece esclusi i percorsi su ghiacciai, anche se pianeggianti e/o all’apparenza senza crepacci (perché il loro attraversamento richiederebbe l’uso della corda e della piccozza e la conoscenza delle relative manovre di assicurazione). Necessitano: esperienza di montagna in generale e buona conoscenza dell’ambiente alpino; passo sicuro e assenza di vertigini; equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguata

EEA - per Escursionisti Esperti con Attrezzatura
Percorsi attrezzati o vie ferrate per i quali è necessario l’uso dei dispositivi di autoassicurazione (imbragatura, dissipatore, moschettoni, cordini) e di equipaggiamento di protezione personale (casco, guanti).

EEA - F (ferrata Facile)
Sentiero attrezzato poco esposto e poco impegnativo con lunghi tratti di cammino.Tracciato molto protetto, con buone segnalazioni, dove le strutture metalliche si limitano al solo cavo o catena fissati unicamente per migliorare la sicurezza

EEA - PD (ferrata Poco Difficile)
Ferrata con uno sviluppo contenuto e poco esposta. Il tracciato è di solito articolato con canali, camini e qualche breve tratto verticale, facilitato da infissi come catene, cavi, pioli o anche scale metalliche

EEA - D (ferrata Difficile)
Ferrata di un certo sviluppo che richiede una buona preparazione fisica e una buona tecnica. Il tracciato è spesso verticale ed in alcuni casi supera anche qualche breve strapiombo, molto articolato, con lunghi tratti di esposizione; attrezzato con funi metalliche e/o catene, pioli e/o scale metalliche

EAI = escursionismo in ambiente innevato
Itinerari in ambiente innevato che richiedono l’utilizzo di racchette da neve, con percorsi evidenti e riconoscibili, con facili vie di accesso, di fondo valle o in zone boschive non impervie o su crinali aperti e poco esposti, con dislivelli e difficoltà generalmente contenuti che garantiscano sicurezza di percorribilità.



CALENDARIO ESCURSIONI 2018

Galleria Escursionismo 1
Galleria Escursionismo 2
Galleria Escursionismo 3
Galleria Escursionismo 4
Galleria Escursionismo 5
Galleria Escursionismo 6
Galleria Escursionismo 7
Galleria Escursionismo 8
Galleria Escursionismo 1+
Galleria Escursionismo 2+
Galleria Escursionismo 3+
Galleria Escursionismo 4+

COMMISSIONE ESCURSIONISMO
Presidente
Ilari Cristina (AE) - 349 5756404 - email
Vice Presidente
Olivieri Bruno - 339 3822782 - email
Segretario
Marconi Tonino (ASE) - 328 7443232 - email
Componenti
Evangelista Marilena - 339 7906600 - email
Mattioni Romualdo (OSTAM) - 388 3231042 - email
Morelli Marco (AE)
Pasquali Fabio (ASE) - 349 8013239 - email
Pennesi Carlo - 347 3602285 - email
Sbrancia Andrea - 338 4167005 - email
Vitali Luigi (ASE – ISA) - 347 4857263 - email

LEGENDA TITOLI
ANE : Accompagnatore Nazionale Escursionismo
AE : Accompagnatore Escursionismo
ASE : Accompagnatore Sezionale Escursionismo
ONTAM : Operatore Nazionale Tutela Ambiente Montano
ORTAM : Operatore Regionale Tutela Ambiente Montano
OSTAM : Operatore Sezionale Tutela Ambiente Montano




CALENDARIO ESCURSIONI 2018